Notizie

immagine Hai mai fatto UN'ANALISI DELLA COMPOSIZIONE CORPOREA?

Hai mai fatto UN'ANALISI DELLA COMPOSIZIONE CORPOREA?

Tutti siamo saliti almeno una volta su una bilancia per controllare il nostro peso ma… hai mai misurato la massa grassa? Da oggi puoi farlo nella nostra farmacia con un impedenziometro professionale elettronico con tecnologia scientificamente validata BIA.

Cos'è l'Analisi d'Impedenza Bioelettrica (BIA)?

Il test misura in maniera rapida e approfondita la composizione corporea attraverso i dati relativi a peso, la massa muscolare, la massa grassa e acqua corporea totale.
La composizione corporea attuale del paziente viene comparata con dei valori standard di riferimento; il report evidenzierà l'eventuale presenza di un'eccedenza di grasso, l'equilibrio del rapporto grasso/muscoli, un'eventuale carenza di massa muscolare, l'idratazione totale, esterna e interna delle cellule.
L'analisi segmentale della massa magra permette di conoscere la distribuzione dei muscoli ed il loro stato di sviluppo e l'analisi segmentale del grasso corporeo permette di conoscere la distribuzione degli accumuli adiposi.

 

Come si effettua il test?

La persona che si sottopone al test deve salire a piedi scalzi sulla bilancia impedenziometrica. La misurazione verrà effettuata attraverso 8 elettrodi con 4 punti di contatto cutaneo, posti sugli arti inferiori e su quelli superiori. Non è necessario svestirsi. L'esame, non invasivo, dura circa 30 secondi; l'intera procedura di misurazione meno di 5 minuti.

 

Perché sottoporsi al test?

Il test è consigliabile per i soggetti che seguono una dieta o che hanno problemi di sovrappeso, per chi ha problemi cardiovascolari o di diabete, per chi svolge attività sportiva anche a livello agonistico e per chi deve svolgere attività riabilitativa. In particolare per i bambini oltre alla misurazione della composizione corporea è possibile valutare se il corpo sta crescendo in maniera corretta ed in equilibrio sulle varie componenti.

immagine ADERENZA ALLA TERAPIA: VALORE SALUTE IN FARMACIA, CON EDRA E ZENTIVA (GRUPPO SANOFI)

ADERENZA ALLA TERAPIA: VALORE SALUTE IN FARMACIA, CON EDRA E ZENTIVA (GRUPPO SANOFI)

immagine IMPARA A CONOSCERE IL TUO MAL DI TESTA

IMPARA A CONOSCERE IL TUO MAL DI TESTA

Impara a riconoscere le cause del tuo dolore per individuare il trattamento più adatto a prevenirlo ed evitare che il tuo mal di testa diventi un disturbo cronico.

Esiste infatti una relazione con le abitudini e lo stile di vita che conduciamo quotidianamente. Alimentazione, stress, sedentarietà, qualità del sonno e molti altri elementi possono influire sul mal di testa, rappresentando dei fattori scatenanti che, agendo su un terreno di predisposizione personale, possono grandemente influenzare la ricorrenza degli attacchi e la gravità della malattia.

Cosa fare, quindi? Innanzitutto, riconoscere il proprio disturbo. I mal di testa non sono tutti uguali, impariamo a distinguerli:

  1. Il mal di testa "NORMALE" è caratterizzato da un fastidio insistente, ma di intensità lieve o moderata che persiste fino a 5 ore e generalmente non crea difficoltà al normale svolgimento delle attività giornaliere. Spesso a questo tipo di mal di testa sono associate: rigidità dei muscoli del collo, problemi di concentrazione, ansia e cattivo umore. Possibili cause sono: stress, stanchezza fisica, mancanza di sonno, raffreddamento, eccesso di bevande alcoliche, cattiva digestione, eccessiva esposizione a pc.
  1. Il mal di testa FORTE è caratterizzato da attacchi dolorosi e ricorrenti, che possono durare fino a 2-3 giorni consecutivi. Il dolore, forte e pulsante, aumenta con il movimento e l'attività fisica, tanto da rendere impossibile lo svolgimento delle normali attività quotidiane. Generalmente con il dolore compaiono altri disturbi: senso di nausea e debolezza, brividi, intolleranza alla luce, ai suoni e agli odori. Possibili cause sono: stress, stanchezza fisica, mancanza di sonno, raffreddamento, eccesso di bevande alcoliche, cattiva digestione, eccessiva esposizione a pc.
  2. Il mal di testa CERVICALE può essere causato dalla contrattura dei muscoli del collo e delle spalle o da problemi delle vertebre cervicali. Generalmente il dolore si propaga dalla base del collo  fino alla fronte, agli occhi e alle tempie, provocando un dolore che interessa soprattutto la regione della nuca. Possono talvolta essere presenti nausea, ronzii alle orecchie, vertigini, disturbi della vista e dell'udito e, a volte, disturbi della deglutizione. Possibili cause sono: stress, stanchezza fisica, tensione muscolare, cervicale, raffreddamento, postura scorretta.
  3. Il mal di testa DA CICLO è dovuto alla diminuzione del livello degli estrogeni e all'aumento delle prostaglandine durante la fase mestruale. Questo squilibrio ormonale, successivo all'ovulazione genera infatti un processo infiammatorio che si diffonde in tutto l'organismo attraverso il flusso sanguigno. I conseguenti sintomi più frequenti possono essere proprio il mal di testa, ma anche i crampi e il gonfiore addominali, i dolori muscolari e articolari, l'astenia, il dolore al seno, l'appetito eccessivo per cibi dolci o grassi, gli sbalzi d'umore, la depressione.
  4. Il mal di testa DA CONGESTIONE NASALE è provocato da un’infiammazione delle cavità nasali e paranasali. L’infiammazione può essere favorita da diverse condizioni come freddo, calo difese immunitarie, inquinamento, problemi strutturali dei seni nasali, che possono verificarsi in ogni momento dell’anno. L’infiammazione provoca gonfiore ed edema della mucosa, accumulo di muco e riduzione del flusso d’aria nelle cavità nasali e paranasali. Una sensazione di pressione e dolore si irradiano dalla zona del naso e degli occhi fino ad arrivare alla fronte. Possibili fattori scatenanti: raffreddamento, abbassamento difese immunitarie, problemi strutturali dei seni nasali.

Per approfondimenti